Chi, cosa, come, dove… il telecomando antisporco

Sommario

Chi?

Il telecomando antisporco. Approfondiamo:

Cos’è il telecomando antisporco?

È l’ultima trovata tecnologica nel mondo dei telecomandi. Non stiamo parlando solo di quelli televisivi naturalmente, ma anche dei controller per videogiochi, ma anche quelli per i droni e le auto telecomandate – è stata inoltre realizzata anche una linea di dispositivi a comando vocale, comunque antisporco. In generale, quando si parla di telecomando antisporco si intende un telecomando che, con differenti modalità, a seconda della marca o del modello, non permette il passaggio dello sporco da contatto. I residui di grasso, pelle, secrezioni varie non si depositano sui tasti, negli interstizi, tra le leve, sui display: da nessuna parte. I residui di sporco, e da qui “antisporco” sono magicamente respinti dal materiale che costituisce il telecomando.

Di che materiale è fatto il telecomando antisporco?

Plastica termoplastica e questo lo sanno tutti. In più differenti ingredienti: composti vegani, gomme naturali, straordinari intrugli chimici, brevetti secretati. Nel senso che nessun produttore finora ha realmente svelato la propria formula completa. In ogni caso tutti giurano non siano nocivi. In realtà, non si limitano a giurare: tante aziende hanno resto trasparenti le prove certificate dai test di laboratorio.

modelli di telecomando antisporco famosi
Alcuni dei modelli di telecomando antisporco più famosi

Perché tutto questo successo?

La moda è nata per via del COVID19. L’igiene delle proprie mani ha acquisito una rilevanza tale che sempre più persone si sono trovate a pensare a quanti oggetti di uso quotidiano potessero diventare veicolo di trasmissione del virus.

Chi è stato il primo a brevettare il telecomando antisporco?

Il ricercatore serbo Vujadin Tosto oggi fondatore della criptovaluta, “meme coin” Antisporco, operante su rete Tron, con l’effige di un telecomando stilizzato sui colori della bandiera serba, sostiene di aver depositato un primo brevetto nel 1996 del materiale che oggi costituisce il core della struttura del ormai tristemente noto Telespolverino e di #KazuMiura il modello realizzato da Takeshi Comandoni per Telecomandoni, azienda di famiglia di cui è rampollo e CEO.

La lacca per capelli antisporco inventata nel 1994 e presentata al programma “I Cervelloni”, ma mai messa in commercio, è un prodotto tecnologico precursore del telecomando antisporco?

Lo scopo è lo stesso: togliere i germi. Solo che la strategia che segue la tecnologia del telecomando antisporco originale è inbound e non outbound. Inoltre è invisibile all’occhio umano –i raggi laser usati sono trasparenti. Non ci sono spray.

È tutto interno: come, per fare una metafora, in un sito SEO friendly: l’utente naviga il sito, lo gradisce e lo rivisita più volte senza rendersi conto del grande lavoro che c’è dietro: lo dà per scontato. La grandezza del telecomando antisporco, di tutti i modelli di cui parliamo e parleremo su miglioretelecomandoantisporco.com risiede proprio qui, in questa naturalezza, in questo suo combattere i germi senza alcun disturbo a noi utenti finali. È l’invenzione tecnologica del 2020/21 proprio per questo.

Qual è la corretta grafia per il telecomando antisporco?

Alcuni lo pronunciano tutto attaccato: telecomandoantisporco. Sono gli stessi che, di conseguenza, lo scrivono nella stessa maniera perché ormai qualunque telecomando sembra dovere per forza possedere la caratteristica antisporco, diventando così una parola unica. Essendoci tantissimi controller non ancora dotati di tecnologia antisporco propendiamo per telecomando antisporco: due parole separate, nome più aggettivo, come da grammatica italiana.

Il telecomando antisporco funziona davvero?

Eccome! Se dopo i primi mesi del 2020 c’erano tanti critici e detrattori che lo ritenevano inutile –alcuni lo sono ancora, purtroppo!– la vasta gamma di controller efficaci e performanti presenti sul mercato ha dimostrato che il telecomando antisporco non è un mero prodotto di marketing.

Dove si può comprare il telecomando antisporco?

Ovunque. Online si trovano offerte migliori, ma occhio alle imitazioni: spesso possono essere nocive  e non adatte all’uso dei più piccoli.

Quanto costa il telecomando antisporco? I Prezzi?

Dipende. Si va dai 25 euro del telecomando antisporco Pitufo, ai 90 euro di Telocontrollo di Vicini&Lontani sino ai 4000 euro della variante più preziosa di Teodoro il telecomando antisporco tutto d’oro. I prezzi sono dunque decisamente variabili.

Parliamo di tantissimi modelli di telecomando antisporco adatti a comandare a distanza differenti dispositivi elettronici. Inoltre il mercato è in espansione ed è difficile stimare con esattezza il numero di offerte disponibili. Sul prezzo influisce in maniera importante anche il materiale che struttura il  telecomando e la sua effettiva efficacia in quanto “antisporco”. Da segnalare inoltre il fatto che tante marche di telecomando antisporco stiano implementando un servizio custom: il cliente può personalizzare il proprio prodotto in modo da renderlo unico. Per una personalizzazione, in media, si va dai 25 euro ai 300 euro, dipende ancora una volta dal tipo di richiesta che dovrà essere processata e dal tipo di telecomando antisporco coinvolto.

Imitazioni? Esistono modelli di telecomando antisporco non originali? [Spoiler]Purtroppo sì!

La confusione si è venuta a creare a causa dell’enorme successo di vendite, della diffusione estrema a livello mondiale. E qui si sono inseriti i produttori di modelli “fake”. Il telecomando antisporco originale, qualunque sia il modello, la marca, non è un gadget, un elettrodomestico capace di pulire la casa, i propri animali. Come vedremo nel prossimo paragrafo, non è nemmeno un oggetto pericoloso – l’eccezione fu il già citato Telespolverino, ma ormai non è presente sul mercato dal novembre 2020 – abbiamo letto di telecomandi che esplodono (una bufala!).

Il telecomando antisporco originale permette al suo possessore di non rilasciare i propri germi sulla sua superficie –plastificata o gommata che sia– seguendo differenti strategie e formule chimiche. Non bisogna credere alle fake news che girano online che descrivono quindi il telecomando antisporco come un aiuto per le pulizie domestiche. Niente di più falso! Stiamo parlando di altre cose, altri prodotti che non possono definirsi telecomando antisporco. L’antisporco è solo una questione di germi da contatto, lo ribadiamo, di germi che si depositano sul telecomando!

Il telecomando antisporco è un prodotto sicuro? [Esistono studi scientifici relativi alla sicurezza del telecomando antisporco?]

Il telecomando antisporco è un prodotto sicuro. Esistono numerosi studi in merito. Ne citiamo uno: un’equipe di medici, biologi e biochimici capitanata dalla dottoressa Ritanna Meliconi  dell’Università del Maine con sede a Orono USA, ha analizzato le strutture interne di dieci tra i più famosi modelli di telecomando antisporco. Le analisi sono state finanziate con fondi privati e si sono rese necessarie dopo il polverone causato dal mercurio presente in Telespolverino. Ebbene: tutti i prodotti sono stati certificati come sicuri. Come assicura la dottoressa Meliconi, bisogna semplicemente evitare di comprare prodotti “fake” o di realizzare, come vedremo, dei telecomando antisporco fai da te.

A che livello di standardizzazione si è arrivati nella tecnologia del telecomando antisporco?

Il livello di standardizzazione possiamo dire sia già altissimo –per i dettagli tecnici, rimandiamo al manuale ufficiale. La qualità dei materiali è ormai certificata al 100% in tutti i modelli di telecomando antisporco soprattutto all’interno dell’Unione Europea, sebbene anche negli USA e in Giappone gli enti di controllo qualità siano estremamente severi a riguardo. Non si può, per legge, chiamare antisporco nessun telecomando che non abbia la certificazione rilasciata dal CERN di Ginevra e dai laboratori affiliati.

Posso migliorare la mia salute grazie al telecomando antisporco?

Non esageriamo. Si può migliorare l’igiene delle proprie mani durante il contatto con il controller, ma questo non ha un effetto benefico sul nostro organismo. Semplicemente fa in modo che non ci vengano trasmessi batteri o germi o virus tramite il suo utilizzo.

Il telecomando antisporco è un prodotto divertente?

Il suo scopo non è certo quello di intrattenere, però l’elevato numero di modelli creativi e bizzarri per bambini e, in taluni casi, per adulti lo rende in qualche modo un oggetto spesso giocoso e portatore involontario di buonumore, soprattutto durante i periodi di lockdown imposti dalla pandemia COVID-19.

Quanto dura il telecomando antisporco?

Dipende dall’utilizzo. Non è solo una questione di resistenza dei materiali che lo costituiscono. Nel caso di giocattoli per bambini, ad esempio macchine radiocomandate munite di telecomando antisporco o anche monopattini antisporco, l’usura può essere maggiore e fare in modo che la durata garantita dai produttori diminuisca. È importante in questo senso il ruolo dei genitori. Supervisionando i tempi di gioco possono prevenire la distruzione del telecomando.

Che manutenzione bisogna seguire per il telecomando antisporco?

Prima e unica regola: evitare i solventi. Eliminano lo scudo protettivo in quasi tutti i modelli certificati. Eccezione fatta per Bogavante che promette di poter essere immerso in qualunque liquido. Si possono spolverare con un panno asciutto ma è una procedura ridondante in quanto nessun telecomando antisporco si sporca davvero durante il periodo di garanzia. Ricordate sempre di cambiare le batterie AA in dotazione nei modelli ufficiali per evitare che il telecomando antisporco non funzioni temporaneamente: sono controller che si scaricano come comunissimi telecomandi universali e non universali!

Chi ha bisogno di un telecomando antisporco?

Tutti quanti! Siamo tutto potenzialmente acquirenti del telecomando antisporco.
Noi ti consigliamo il migliore telecomando antisporco qualunque sia l’utlilizzo che tu voglia farne: professionale o civile. Sia che tu sia proprietario di attività commerciali o turistiche o meno.

Il telecomando antisporco è un prodotto per famiglie?

Il telecomando antisporco è un prodotto inclusivo in ogni senso. Il suo liberarci dai germi non prevede altre barriere, giudizi o contratti sociali. È adatto alle famiglie di ogni tipo, ai bambini, agli anziani, agli animali, alle persone che hanno deciso che nella solitudine possono esprimere meglio il proprio io, agli estroversi… dobbiamo continuare? Il telecomando antisporco è adatto a tutti quanti!

Come fare per gestire il Telecomando antisporco?

È davvero molto semplice. Il telecomando antisporco è un apparecchio elettronico che si autoconfigura e autopulisce grazie a un raggio laser, la cosiddetta laser solution, che disinfetta e deterge le superfici esterne e i circuiti di varia natura  che lo compongono. L’innovativo gadget –in quanto strumento antisporco– è, lo ripetiamo, la tecnologia che mancava prima della pandemia COVID-19. I test ad alta quota sviluppati da aziende – oltre a un team di partecipanti al concorso per esperti SEO del Master SEO 2021 organizzato da Visibility SL– che sembravano inizialmente non focalizzarsi su tale prodotto, come WZJFZPL Per Tesla e Dea GT2 Ferramenta per cancelli Fai da te, hanno dimostrato che funziona anche a 1500 metri di altitudine semplicemente autoconfigurandosi!

Non bisogna pertanto avere particolari abilità di programmazione. Non servono software di controllo remoto per impedire all’utente di andare contro il flusso degli antisporco. Baste semplicemente leggere il manuale in dotazione. Controllare solo se è presentre la luce laser lampeggiante e poi continua della summenzionata laser solution e, nei modelli di telecomando antisporco di prima generazione (per esempio, quelli prodotti nel 2020), controllare se esiste uno specifico pulsante “Pulizia antisporco”. RIPETIAMO: non servono codici di programmazione specifico o sensori di calore per la temperatura della pulizia automatica. Negli schermi a LED dei modelli di telecomando più avanzati è sempre presente un’icona che avvisa sullo stasus antisporco dell’apparecchio.

Il telecomando antisporco al mare: in vacanza la manutenzione è possibile?

Sicuramente l’aria di mare ricca di iodio favorisce la salute di ogni individuo. La commistione acqua salmastra e sabbia –specie a grana fina– può però ledere l’utilizzo corretto di qualunque prodotto tecnologico, siano essi smartphone o, appunto, modelli di telecomando antisporco.

Raccomandiamo attenzione.

In ogni caso alcuno modelli come Tedoforo o Bogavante sono idrorepellenti e non richiedono alcuna manutenzione straordinaria.

Il telecomando antisporco parteciperà al prossimo “Inventor Show” nel 2022?

Non è ancora ufficiale, al momento sono solo rumors.

Sicuramente possiamo affermare che poche altre invenzioni quest’anno possono vantare un così largo utilizzo. Il telecomando antisporco è, non ci stancheremo mai di ripeterlo, in ogni caso, l’invenzione del 2020-2021, anche se non dovesse partecipare!

Esiste davvero un Contest SEO legato al telecomando antisporco?

Sì, è una vera e propria sfida SEO. E anche se non l’abbiamo detto prima, è forse una delle ragioni maggiori del successo (COVID a parte) del prodotto sulle serp di Google a partire da luglio 2021. Il succitato team di professionisti SEO del master SEO Training ha creato un battage pubblicitario enorme al prodotto sebbene non ne abbia coniato il marchio, nato nel 1997 per mano, come abbiamo menzionanto in precedenza, del ricercatore serbo Vujadin Tosto. SEO Training funge funge da fucina di marketing per quel che riguarda questo prodotto. Un controller professionale o amatoriale che garantisce igiene e pulizia da seo master!
Il Contest SEO organizzato da SEO Training a quanto pare non si fermerà fino a quando il telecomando antisporco non sarà in cima alla SERP dei motori di ricerca.

Per farla breve, il telecomando antisporco dunque è diventato il core di una strategia che ha permesso a molti SEO specialist di creare siti web SEO friendly orientati a una strategia SEO che hanno permesso in maniera definitiva l’affermazione del prodotto telecomando antisporco sul web con buona pace dei suoi detrattori.

Posso costruire il telecomando antisporco da solə?

È possibile, certo. Ma meglio non farlo!

Anche se non sembra nemmeno un’operazione da scienziati. Numerosi tutorial sono presenti sul web, ma, in ogni caso, lo ribadiamo: lo sconsigliano fortemente. Meglio utilizzare prodotti certificati. Le strutture plastiche unite ai composti e ai reagenti antisporco possono risultare pericolose, per esempio, alcuni tra i materiali antisporco più utilizzati sono altamente infiammabili, quindi meglio evitare di mettersi nei guai. In fondo, come abbiamo visto, esistono modelli di telecomando antisporco per tutte le tasche!

Il Telecomando antisporco può essere considerato un’opera d’arte?

Sì, in un certo senso sì! Il telecomando antisporco non è solo un dispositivo utilizzato, tra le altre cose, per favorire l’intrattenimento: può essere esso stesso un prodotto artistico.

Ne hanno dato prova alcuni artisti anonimi che si sono riuniti nel collettivo Land Art “Arte e telecomando antisporco”.  Tali artisti hanno ritenuto opportuno studiare in maniera creativa il fenomeno del telecomando antisporco e quindi di realizzare un’opera che sensibilizzasse a fini igienici, durante la già citata pandemia COVID-19, la popolazione mondiale. Con la loro opera d’arte si sono posti l’obiettivo primario di incentivare l’utilizzo di modelli di telecomando antisporco ricoperti di pellicole autostringenti e protettive simili al nylon.

Informare, sensibilizzare, emozionare con creatività

Il motto del collettivo “Arte e telecomando antisporco”

Il progetto inoltre doveva allo stesso tempo rappresentare una vera e propria forma d’arte seppure passeggera, momentanea in pieno stile Land Art.  

Quale è stato il risultato del progetto artistico “arte e telecomando antisporco”?

Callisto: il telecomando antisporco mai visto

Il risultato è stato Callisto, ossia il telecomando antisporco mai visto. Un’istallazione temporanea che ha avvolto il Reichstag di Berlino come già fecero Christo Javašev e Jeanne-Claude Denat de Guillebon nel 1995.

Se i due grandi esponenti della Land Art Christo e Jeanne-Claude  impacchettarono il palazzo con un tessuto argentato, ora lo stesso Reichstag di Berlino –tra il 25 e il 27 luglio 2021– si è ritrovato avvolto di tessuto antisporco, come una sorta di coperchio antipolvere in gomma antisdrucciolo per rendere maggiormente efficace la presa e la stabilità lavorato con cera nice wax. Un tessuto setoso che se osservato con speciali lenti a raggi laser dava vita a una serie di colori stampati con raffinate tecniche di inchiostratura come fossero simulazioni delle serigrafie di Andy Warhol. Nel dettaglio, il tessuto setoso, da intendersi come una vera e propria custodia protettiva, barriera contro lo sporco o, meglio, superficie antisporco, mostrava inoltre un pattern di differenti miniature di telecomando antisporco. La foto che abbiamo scelto come copertina del presente articolo è un frammento dell’opera!

[Il nostro dubbio, la nostra domanda sul fatto che il telecomando antisporco possa legarsi al mondo dell’arte oppure no, ha provocato una riflessione profonda e meritevole di attenzione nell’articolo scritto da Paolob “Telecomando antisporco: è un fake o un’opera d’arte?“]

Esiste davvero il migliore telecomando antisporco?

Il migliore in assoluto? Intendi il migliore telecomando della storia? Solo il tempo potrà dirlo.

Tanti telecomandi si stanno candidando per diventarlo. Perlomeno nella loro nicchia, nel loro settore di riferimento. Le nostre classifiche ne sono la prova: il pubblico premia ora uno ora un altro telecomando a seconda del prezzo, delle caratteristiche tecniche che si necessitano. La risposta, pertanto, è: esistono tanti migliori telecomando antisporco, impossibile sceglierne uno!

Con la fine del Master SEO Training esisterà ancora miglioretelecomandoantisporco.com?

Il telecomando antisporco ha creato un nuovo modo di porci di fronte alla tecnologia. Il contatto con i germi, la paura del  contagio che ha segnato la nostra vita negli ultimi due anni, ha incontrato in questa tipologia di telecomando un alleato. La sua diffusione non si fermerà presumibilmente mai e migliore telecomando antisporco lo accompagnerà idealmente per sempre nel suo cammino.

Il telecomando antisporco nell’immaginario comune: è un prodotto immaginario?

Oltre alle nostre descrizioni ricche di informazioni dettagliate e, quando possibile, dati tecnici, guide e classifiche, se navigherai oltre il nostro portale, se andrai oltre sul web per cercare informazioni sul telecomando antisporco troverai descrizioni tipo: “il telecomando antisporco è un elettrodomestico (apparecchio elettronico) di ridotte dimensioni dotato di un sistema laser brevettato (laser solution)” oppure, il telecomando diventerà “un gadget basato sull’intelligenza artificiale” oppure ancora un prodotto appartenente alla categoria dei “belli e impossibili “ che fanno “parte dei protettivi antisporco, universali trasparenti”.

Leggerai come ci sia chi scrive dell’esistenza di “un raggio laser brevettato (ad eccimeri pulsati)”, e allo stesso tempo chi promette che il telecomando deterga e disinfetti superfici, o che il telecomando antisporco elimini “lo sporco con un click”, magari utilizzando “la migliore nanotecnologia per rilevare il grado di germi e batteri”. Vedrai altri, domandarsi, sempre in relazione al telecomando antisporco, “cos’è e perché se ne parla”, quindi, in altre parole: se il telecomando antisporco esista o meno e se sia financo capace di eliminare “il trash in TV”.

Troverai chi si interessa del telecomando antisporco più venduto o se sia meglio costruire o comprare “remote controller artigianali”. Tutto questo eccesso e disordine di informazioni ha creato un immaginario attorno al prodotto che può provocarti disorientamento nel momento in cui vorrai scegliere il tuo telecomando antisporco. Un immaginario che ha fatto diventare, di riflesso, il prodotto immaginario, “fake”, ma allo stesso utile e, come abbiamo visto, persino artistico. Siamo d’accordo con chi sostiene si tratti della “invenzione che mancava” e allo stesso tempo ti diciamo: se hai dubbi, domande, rimani qui con noi.

Dunque se ti stai chiedendo:

Non so quale telecomando antisporco scegliere, mi aiuti?

Certo! questo è miglioretelecomandoantisporco.com!

Consulta ogni mese la classifica dei migliori, il migliore telecomando antisporco del momento!

Inoltre, un’ottima guida alle caratteristiche che deve possedere un telecomando antisporco per essere considerato un prodotto originale è rappresentata dal libro pubblicato a gennaio 2021 dal Dr. Sheldon Controller, intitolato, “Oltre il Big Bang, il telecomando antisporco, la guida definitiva”. La traduzione del libro è a cura di Beatrice Wind.

Hai altre domande? Vuoi sapere se esiste su miglioretelecomandoantisporco.com una sezione Q&A specifica sul telecomando antisporco?

Le domande riguardo al telecomando antisporco sono tantissime, ne siamo consapevoli. Abbiamo per questo deciso di includere nel nostro spazio informativo le voci dei più importanti personaggi legati in qualche maniera al mondo del telecomando antisporco in modo da sciogliere tutti i tuoi dubbi. Le abbiamo raggruppate nella sezione FAQ.